Tartare di pesce su pane Pema

Rieccomi! Oggi spunto tra la neve che sta imbiancando tutta Firenze per lasciarvi due versioni di tartare di tonno accompagnate da pane integrale di segale (Ricordate? Ve ne parlavo qui)

Ingredienti per la variante con l’avocado (x 2 persone)
200 g di tonno abbattuto
1/2 avocado maturo
1 cucchiaio di capperi sotto sale
Erba cipollina
1/2 limone
2 fette di pane Pema

Olio evo

Procedimento
Per prima cosa tagliate il tonno a dadini piccoli e ponetelo in una ciotola capiente. Tagliate l’avocado a metà, levate il nocciolo e prelevate la polpa con un cucchiaio. Usate solo mezzo avocado e con l’aiuto di un coltello create dei cubetti grandi come quelli di tonno. Inserite anche l’avocado nella ciotola con il pesce, spruzzatelo con il succo di mezzo limone, unitevi i capperi sciacquati sotto acqua corrente, un filo di olio evo e l’erba cipollina sminuzzata.

Impiattate mettendo alla base una fetta di pane Pema tagliata o coppata e disponete sopra la tartare.

Ingredienti per la variante con il mango (x 2 persone)
200 g di tonno abbattuto
1/2 mango
Menta fresca
Zenzero
2 fette di pane Pema

Olio evo

Procedimento
Per prima cosa tagliate il tonno a dadini piccoli e ponetelo in una ciotola capiente. Tagliate il mango a metà e con l’aiuto di un coltello create dei cubetti grandi come quelli di tonno. Inserite anche il mango nella ciotola con il pesce, lo zenzero e la menta sminuzzati. Condite il tutto con un filo di olio evo e impiattate mettendo alla base una fetta di pane Pema tagliata o coppata e disponete sopra la tartare.

AVOCADO TOAST con pane di segale

Buongiorno! Se vi ricordate qualche anno fa vi avevo già parlato di Pema, azienda che produce un ottimo pane di segale integrale.

Facciamo un ripasso di cosa intendiamo con integrale…

Prendendo in considerazione un cereale come il frumento, il chicco (cariosside) è costituito da 3 diverse parti: il pericarpo (la crusca, esterna e ricca di
fibre), lo strato aleuronico (ricco di proteine), l’endosperma (ricco
di amidi) e il germe interno (ricco di grassi buoni e micronutrienti).

Il processo di raffinazione, con cui si producono gli sfarinati più utilizzati e versatili, determina la perdita della crusca e del germe. Le farine integrali, al contrario, essendo meno lavorate risultano più ricche di fibra a micronutrienti.

I vantaggi di questa minor lavorazione sono dunque molteplici: non viene persa la fibra, importante per l’equilibrio intestinale, si apportano più vitamine e l’indice glicemico è inferiore.

Oggi per le mie ricette ho utilizzato un pane “integrale vero”, con il 53% di segale, che può vantare la presenza equilibrata di proteine, lisina, minerali, vitamina E e vitamine del gruppo B.
La segale inoltre è la meno calorica fra i cereali, questo pane può essere quindi utile per tenere il peso sotto controllo.

Come potete vedere abbiamo un apporto calorico inferiore ad altri companatici, pochi grassi e tanta fibra:
energia 752 kJ/178 kcal
grassi 1,2 g (di cui acidi grassi saturi 0,1 g)
carboidrati 32 g (di cui zuccheri 1,6 g)
fibre 9,4 g
proteine 4,6 g

sale 1,0g

In più Pema produce anche altri tipi di pane integrale; quello con i semi di girasole, quello ai cereali, quello con l’aggiunta di avena…

Insomma sono tutti da provare, e io vi consiglio come!

TARTARE DI TONNO SU AVOCADO E PANE DI SEGALE

Ingredienti per 2 persone:
1 avocado
200 g di tonno crudo per tartare
2 fette di pane Pema
Olio evo

Semi misti

Procedimento:

Schiacciare l’avocado in una ciotolina con un filo di olio evo e un pizzico di sale. Spalmare la crema di avocado sul pane e disporci la tartare di tonno. Decorare con i semi.

AVOCADO TOAST CON UOVA DI QUAGLIA E PANE DI SEGALE

Ingredienti per 2 persone:
1 avocado
6 uova di quaglia
2 fette di pane Pema
30 g di mandorle
Pepe nero

Olio evo

Procedimento:

Schiacciare l’avocado in una ciotolina con un filo di olio evo e un pizzico di sale. Aprire le uova in un padellino antiaderente e cuocere con un filo di olio evo fino a quando l’albume sarà ben cotto e il tuorlo ancora morbido. Spalmare la crema di avocado sul pane e disporci le uova. Decorare con le mandorle spezzettate e una macinata di pepe nero.

Panzanella estiva con pesche nettarine e pomodorini

Lo so, lo so.. sono fuori stagione! Avevo in archivio questa ricettina fatta per Fruit24 (guardate QUI) in piena estate e mi è tornata voglia di panzanella! Veloce, semplice e ottima per un “pranzo in technicolor” ricco di fibre e rinfrescante oppure per un “happy fruit hour” accompagnato da un estratto dissetante.

Ingredienti per 4 persone:
200 g di pane
2 pesche nettarine
500 g pomodori pomilio maturi
5 gambe di sedano
Una manciata di basilico
1/2 cipolla di tropea
100 ml di aceto di vino bianco
Olio evo

Sale

Procedimento:

Per prima consa tagliate il pane a tocchetti e ponetelo in una bacinella con l’aceto e abbondante olio evo. Intanto lavate e tagliate frutta e verdura a dadini e la cipolla sottile. Unite pesche, pomodorini, sedano e cipolla al pane. Mischiate bene e aggiungete anche il basilico e un pizzico di sale.

Lasciate riposare in frigorifero per 30 minuti circa e servite con una spolverata di semi oleosi a scelta o con un filo di olio evo.

Brisè con mortadella (e la mia nuova giacca personalizzata)

Tempo di saldi, nuovi acquisti, shopping compulsivo e tanta voglia di stupire. Io, invece di uscire dai negozi con borsoni straripanti di vestiti luccicanti, mi dedico alla cucina. Ma, attenzione, questa volta con uno stile personalizzato. Anzi, con una giacca personalizzata!
Ebbene sì, un piccolo lusso che mi è stato regalato da Manelli, un’azienda specializzata nell’abbigliamento professionale!
Io ho scelto la giacca da cucina da donna Julia Bragard, un modello classico ed indispensabile in cucina. Una giacca dal taglio femminile, composta da un eccellente tessuto, che garantisce comfort e qualità.
Dopo averla provata (e sporcata per bene durante i miei pasticci quotidiani) posso dirvi che il materiale consente un facile lavaggio e stiratura. Inoltre il colore rimane brillante e non ingrigisce!
Insomma, se state cercando qualcosa di comodo, facile da utilizzare e… PERSONALIZZABILE, questa fa per voi!
Esattamente, come vedete nella mia foto c’è la possibilità di aggiungere un ricamo sul prodotto scelto.
Se siete curiosi e desiderosi di fare un po’ di shopping online vi lascio il LINK . Io non ho resistito e ho acquistato anche un bellissimo grembiule nero, in realtà ne ho tantissimi ma mi sono fatta tentare e poi, diciamolo: servono sempre!

Ora vi lascio anche la ricettina golosa:

Ingredienti
Brisè:
300 g farina 0
150 g burro
100 ml acqua fredda
sale
Ripieno:
300 g mortadella
30 g burro
30 g farina 00
300 ml latte

100 g Parmigiano Reggiano

Procedimento:
Per prima cosa preparate la brisè setacciando la farina con il sale sul piano di lavoro, unite il burro freddo a pezzettini e amalgamateli sfregandoli tra le mani. Impastate e aggiungete un po’ alla volta l’acqua fredda. Formate una palla omogenea e lasciatela in frigorifero a riposare per un’ora.
Intanto preparate la besciamella sciogliendo il burro in un pentolino, aggiungete la farina e fate tostare. In ultimo mettete il latte e frustate evitando che si formino grumi fino ad ebollizione.
Frullate poi la besciamella con il parmigiano grattugiato e la mortadella.
Togliete la brisè dal frigorifero, stendetela e posizionatela in una teglia imburrata ed infarinata. Con l’aiuto di una forchetta bucherellate il fondo e disponete il ripieno.
Ora non vi resta che infornare per circa 30 minuti a 180°C.

Hummus di fagioli cannellini e alga dulse

Premessa: non sono vegetariana né vegana però sono convinta che una dieta variegata sia per ora la soluzione migliore per soddisfare necessità fisiche e gusti personali. Per questo oggi vi propongo una ricettina semplice ma con qualcosa in più! Questo grazie all’utilizzo dell’Alga Dulse in Fiocchi Nuova Terra, leggermente piccante e con un alto contenuto di vitamina C, ferro e magnesio che aiuta a contrastare stanchezza e affaticamento. Adatta a ogni tipo di dieta, è perfetta per rendere sfiziosa ogni ricetta, anche in minestre e vellutate.

Ingredienti:
1 confezione di fagioli cannellini (per me Nuova Terra Bio)
1 cucchiaio di alga dulse in fiocchi (per me Nuova Terra Bio)
1 cucchiaio di gomasio (o sale a piacere)

Olio evo

Procedimento:
Per prima cosa frullare con un mixer ad immersione i fagioli, l’olio evo in abbondanza e l’alga. Assaggiate e salate a piacere.
Vi consiglio di spalmarlo su una fetta di pane pugliese o crostino croccante, accompagnandolo con fettine di cipolla di tropea, pomodorini datterini e basilico fresco.