Torta di mele e miele

Ieri mi sono alzata e nevicava. Sono salita su un treno correndo sotto la pioggia. Mi sono addormentata e svegliata mentre il treno sfrecciava tra le gallerie che collegano Bologna a Firenze. Pioggia, neve, pioggia. Stamattina c’era un vento fortissimo e ora il sole. Forse è meglio rinchiudersi in cucina per un po’, accucciarsi vicino al forno e attendere di sentire il profumo dello zucchero che inebria la stanza. Oggi vi lascio una torta di mele buonissima che vi potrà accompagnare durante il weekend.

Ingredienti
1 kg di mele renette
2 uova
100 g di zucchero
50 g di burro
180 g di farina 00
100 g di latte
1 limone bio
15 g lievito vanigliato in polvere

pane grattugiato

Procedimento
Per prima cosa montate le uova con lo zucchero, unite la buccia di un limone grattugiato, il miele, il latte e il burro fuso. Incorporate la farina a pioggia e poi il lievito setacciato. Lasciate riposare e nel mentre sbucciate le mele, tagliatele a cubetti ed incorporatele poi all’impasto. Versate il tutto in uno stampo imburrato e cosparso di pane grattugiato. Cuocete in forno a 180°C per 40 minuti circa.

AVOCADO TOAST con pane di segale

Buongiorno! Se vi ricordate qualche anno fa vi avevo già parlato di Pema, azienda che produce un ottimo pane di segale integrale.

Facciamo un ripasso di cosa intendiamo con integrale…

Prendendo in considerazione un cereale come il frumento, il chicco (cariosside) è costituito da 3 diverse parti: il pericarpo (la crusca, esterna e ricca di
fibre), lo strato aleuronico (ricco di proteine), l’endosperma (ricco
di amidi) e il germe interno (ricco di grassi buoni e micronutrienti).

Il processo di raffinazione, con cui si producono gli sfarinati più utilizzati e versatili, determina la perdita della crusca e del germe. Le farine integrali, al contrario, essendo meno lavorate risultano più ricche di fibra a micronutrienti.

I vantaggi di questa minor lavorazione sono dunque molteplici: non viene persa la fibra, importante per l’equilibrio intestinale, si apportano più vitamine e l’indice glicemico è inferiore.

Oggi per le mie ricette ho utilizzato un pane “integrale vero”, con il 53% di segale, che può vantare la presenza equilibrata di proteine, lisina, minerali, vitamina E e vitamine del gruppo B.
La segale inoltre è la meno calorica fra i cereali, questo pane può essere quindi utile per tenere il peso sotto controllo.

Come potete vedere abbiamo un apporto calorico inferiore ad altri companatici, pochi grassi e tanta fibra:
energia 752 kJ/178 kcal
grassi 1,2 g (di cui acidi grassi saturi 0,1 g)
carboidrati 32 g (di cui zuccheri 1,6 g)
fibre 9,4 g
proteine 4,6 g

sale 1,0g

In più Pema produce anche altri tipi di pane integrale; quello con i semi di girasole, quello ai cereali, quello con l’aggiunta di avena…

Insomma sono tutti da provare, e io vi consiglio come!

TARTARE DI TONNO SU AVOCADO E PANE DI SEGALE

Ingredienti per 2 persone:
1 avocado
200 g di tonno crudo per tartare
2 fette di pane Pema
Olio evo

Semi misti

Procedimento:

Schiacciare l’avocado in una ciotolina con un filo di olio evo e un pizzico di sale. Spalmare la crema di avocado sul pane e disporci la tartare di tonno. Decorare con i semi.

AVOCADO TOAST CON UOVA DI QUAGLIA E PANE DI SEGALE

Ingredienti per 2 persone:
1 avocado
6 uova di quaglia
2 fette di pane Pema
30 g di mandorle
Pepe nero

Olio evo

Procedimento:

Schiacciare l’avocado in una ciotolina con un filo di olio evo e un pizzico di sale. Aprire le uova in un padellino antiaderente e cuocere con un filo di olio evo fino a quando l’albume sarà ben cotto e il tuorlo ancora morbido. Spalmare la crema di avocado sul pane e disporci le uova. Decorare con le mandorle spezzettate e una macinata di pepe nero.

Torta soffice con farina di mais e castagne

Tornata alla base! Si riprende LENTAMENTE la solita vita fiorentina. Ultime lezioni in università, ancora 4 esami, tirocinio e poi si spera di laurearsi in breve tempo. Tutto ciò significa pochi mesi in questa bella città e poi si torna a casa!

Ma non bisogna correre troppo, per ora vi lascio una nuova ricetta super collaudata e poi si vedrà…

Ingredienti:
150 g farina di mais
100 g farina di castagne
50 g farina 00
100 ml olio di semi di girasole
100 ml di latte o bevanda vegetale
3 uova
100 g di zucchero
50 g di miele di acacia Rigoni di Asiago

1 bustina di lievito vanigliato

Per prima cosa accendete il forno a 180°C. Intanto unite le farine, il lievito e lo zucchero. Incorporate poi le uova, il latte, il miele e l’olio. Mischiate lentamente il composto per ottenere un impasto omogeneo e versatelo in una tortiera da circa 20 cm di diametro imburrata e infarinata. Cuocere per 50 minuti circa, facendo la prova dello stecchino prima di sfornare (deve uscire asciutto).

Crostata agli agrumi e zenzero

Una dolce e golosa crostata per superare una settimana grigia e triste! Ecco qui una ricetta veloce ma perfetta per la colazione del mattino in famiglia.

Ingredienti:
200 g di farina 00
100 g di burro
80 g di zucchero
1 uovo e un tuorlo

1 barattolo di Fiordifrutta di agrumi e zenzero Rigoni di Asiago

Procedimento:
Tagliate il burro freddo a tocchetti, unite farina e zucchero, lavorate l’impasto fino a che non avrete un composto simile alla sabbia bagnata.
Aggiungete un pizzico di sale ed amalgamate bene con le uova formando una palla liscia ed omogenea. Avvolgetela nella pellicola trasparente e mettetela in frigorifero a far riposare per almeno 30 minuti.
Preriscaldate il forno a 180°C.
Togliete la frolla dal frigorifero, stendetela su una tortiera imburrata e infarinata, bucherellate il fondo e ricopritela con carta forno e
fagioli secchi. Lasciatela in forno a 180°C per 10 minuti.
Intanto intagliate delle foglie nella pasta frolla avanzata e disponetele su una teglia rivestita di carta forno, infornate per 10 minuti.
Togliete la base dal forno e riempitela con la marmellata Rigoni di Asiago. Proseguite la cottura per altri 15 minuti circa e sfornate.

Cookies Lamponi e Nocciolata senza lattosio

Gli ultimi giorni a casa, appena tornata da un bellissimo (e brevissimo) viaggio ad Amburgo, significano per me ore e ore in cucina. Le ultime torte del lunedì, le riserve di granola per la mamma, le vellutate e i pesti da congelare, i cookies per la colazione e lo strudel per il “bambino” viziato. (Ah in programma c’è anche l’ultimo banana ice-cream di stagione!)

Ne approfitto dunque per lasciarvi una ricetta golosa testata (ed approvata) in questi giorni che piacerà proprio a tutti: biscotti giganti, croccanti fuori e morbidi dentro. Perfetti per colazione ma comodi anche per la merenda dei più piccoli.

Ingredienti per circa 20 biscotti
200 gr di farina 00
100 g di Mielbio Rigoni di Asiago (oppure 130 g di zucchero)
50 g di olio di semi
1 cucchiaino raso di bicarbonato di sodio
pizzico di sale
1 uovo

50 gr di Nocciolata senza latte Rigoni di Asiago

Procedimento:
Preriscaldate il forno a 160°C.
Prendete due ciotole: in una unite la farina, il sale ed il bicarbonato, nell’altra mescolate il miele (o zucchero) e l’olio.
In quest’ultima ciotola aggiungete l’uovo mescolando bene ed unitelo alla farina.
Aggiungete la Nocciolata e la marmellata, infine impastate il tutto per ottenere un composto uniforme.
Formate delle palline grandi come noci, schiacciatele leggermente e sistematele su una teglia con carta forno leggermente distanziate.
Infornate per 15 minuti, sfornate e lasciate raffreddare molto bene per evitare di rompere i cookies. Ottimi a colazione con un bicchiere di latte (io li ho gustati con il latte di mandorla).