Polpo grigliato su crudo di asparagi

Ingredienti:
Polipo da 1 kg circa
Un mazzo di asparagi
Olio evo

Raspadura Bella Lodi

Procedimento:
Per prima cosa fate bollire il polpo in acqua bollente con due foglie di alloro e una cipolla per circa un’ora. Quando è tenero (fate la prova dello stecchino) lasciatelo raffreddare nella sua acqua. Pulite gli asparagi e, aiutandovi con un pelapatate, ottenete delle listarelle sottili. Tagliate il polpo a pezzi grossi, ungetelo con olio evo e grigliatelo su una piastra. Infine non resta che comporre il piatto: impiattate formando una scacchiera con i nastri di asparago, di seguito  adagiatevi il polpo, la raspadura, se l’avete, qualche fiocco di sale nero e per concludere un filo d’olio.
Se desiderate un tocco di sapore in più potete fare un pestato di basilico, pinoli e olio evo per condire il tutto.

La Focaccia, con la F maiuscola!

Aperitivo? Merenda? Pranzo in ufficio? Il mio MUST HAVE è la focaccia di patate. Ebbene sì, finalmente scrivo questa ricetta che mi chiedono sempre tutti dopo averla provata.

Ingredienti per 1 focaccia:
500 g farina manitoba
300 g patate
1 panetto di lievito di birra
200 ml acqua a temperatura ambiente
1 cucchiaino di miele
15 g sale fino
30 ml olio evo
200 g pomodorini ciliegini

Olio evo, sale grosso, acqua e origano per guarnire.

Procedimento:
Per prima cosa lessate le patate in abbondante acqua bollente, fino a quando risulteranno morbide, privatele della buccia e schiacciatele per ottenere un composto uniforme.
A parte fate sciogliere il lievito in acqua e miele mescolando bene il tutto.
Unite la farina, le patate, l’olio ed il sale su una spianatoia iniziando ad aggiungere l’acqua con il lievito poco alla volta.
Formate una palla uniforme (impastate per circa 15 minuti vigorosamente) e stendetela su una teglia ricoperta di carta forno.
Lasciatela riposare per 3 ore coperta da un panno.
Una volta che sarà lievitata cospargetela con un’emulsione di acqua e olio, terminate poi con i pomodorini tagliati a metà e abbondante origano.
Preriscaldate il forno a 180°C e cuocete per 30 minuti circa.

Insalata estiva di cavolo riccio

Rientrata da Parigi… 3 giorni con il sole, negli occhi e nel cielo. Abbiamo macinato chilometri, visitato musei e luoghi storici, mangiato éclair fuori dal Sacro Cuore e croissant alla rosa abbracciati su una panchina vicino al Parco del Lussemburgo. Abbiamo corso in fuga da locali paurosi, su e giù per le scale di Montmartre, con il fiatone e l’adrenalina… ma soprattutto abbiamo riso, tanto!

Forse è questione di ricordi e bellissime esperienze trascorse in questa città ma per me rimane una delle mie capitali preferite e luogo del cuore per eccellenza.

Se ci capitate non perdetevi:

  • Pierre Hermé, PÂTISSERIES, MACARONS & CHOCOLATS, 72 rue Bonaparte (attenzione, i croissant Ispahan creano dipendenza)
  • Pierre Sang in Oberkampf (menù alla cieca da leccarsi i baffi)

Ora però si torna alle sane abitudini, almeno per qualche giorno, con insalate fresche e vellutate light. Ecco una ricetta semplice e veloce perfetta per i pranzi di queste giornate calde in cui si riprendono i ritmi lavorativi. Io vi consiglio di provare un superfood che ha lanciato di recente Ortoromi, con il marchio Insal’arte. Questa novità è un concentrato di vitamine, minerali, calcio, ferro e magnesio, ottimo anche per centrifugati o cotto per contorni ipocalorici.

Ingredienti:
Una manciata di more
Un cucchiaio di bacche di goji
100 g di fiore sardo a tocchetti

10 noci sgusciate

Procedimento
Preparate tutti gli ingredienti e uniteli in una ciotola, condite con un’emulsione di olio e limone.

Burger di tonno, zenzero e scorza d’arancia (+ i miei luoghi del cuore a PARIGI)

-1 a Parigi, la città dell’amore. C’è chi non può resistere al suo fascino e chi la odia, per me ogni volta è come se fosse la prima. Parigi è stata il mio primo volo aereo, la “gita” del liceo, il viaggio post maturità, il primo capodanno all’estero con un’amica e ora anche una fuga romantica.

Parigi è capace di sorprendere, di meravigliare e di svelare nuovi panorami mozzafiato ad ogni angolo.

Sacre Coeur: il MIO angolo di paradiso. La scalinata che porta ad uno dei punti più alti della città, il bianco della facciata che si adagia su un cielo limpido e azzurro e l’immancabile visuale sulla capitale francese.

Oltre all’arte e alla storia però, da vera gastronoma, ho una serie di posti del cuore legati al food.

Vi segnalo:

  • L’éclair de génie (dolcetti come piccole opere d’arte)
  • Chartier (un ristorante molto particolare che non accetta prenotazioni, preparatevi a lunghe file. Ne vale la pena!)
  • Du pain et des idees (datemi 100 escargot à la pistache!)
  • Jacques Genin (esperienza da vivere almeno una volta nella vita: il cioccolato prende vita e si accompagna ad un’irresistibile millefoglie)

Detto ciò ora vi lascio una ricetta semplice ma davvero gustosa!

Ingredienti per 10 mini burger
400 g di tonno fresco
3 cm di zenzero
1 arancia bio
Olio evo
Sale

Aneto, menta e prezzemolo

Procedimento
Tagliate il tonno a tocchetti utilizzando un coltello ben affilato, sminuzzate gli aromi e lo zenzero. Mischiate il tutto con la scorza di arancia, un filo di olio e un pizzico di sale.
Formate dei burger con i coppapasta e disponeteli su una teglia con carta forno. Cuocete a 180°C per 20 minuti.
Servite in panini caldi, io ho preparato delle piccole focaccine di patate (presto la ricetta).

Sformatino primaverile

Ingredienti:
400 g di piselli lessati
150 g di Parmigiano Reggiano 24 mesi grattugiato

150 g di ricottina fresca
3 tuorli
1 albume
1 cucchiaio di miele di castagno Rigoni di Asiago
Burro
Sale

Decorazione:
200 g di Parmigiano Reggiano
30 ml di latte intero

Miele di castagno Rigoni di Asiago

Procedimento:
Preriscaldate il forno a 200°C ed imburrate 6 stampini rotondi di alluminio. Frullate i piselli con la ricotta, un cucchiaio di miele, i tuorli ed un pizzico di sale. Versate la crema frullata in una terrina, incorporatevi il Parmigiano Reggiano e gli albumi montati a neve. Versate il composto negli stampini e cuocete a bagnomaria in forno per 20 minuti.
Intanto preparate la crema di Parmigiano facendo sciogliere il Parmigiano con il latte.
Togliete dal forno gli sformatini e rovesciateli con delicatezza nel piatto, decorandoli con la crema al Parmigiano e un giro di miele.
http://foodbloggers.rigonidiasiago.it/wp-content/uploads/2016/05/RIGONI_contestFB_RicettePrimavera_300x160px.png