Burger di tonno, zenzero e scorza d’arancia (+ i miei luoghi del cuore a PARIGI)

-1 a Parigi, la città dell’amore. C’è chi non può resistere al suo fascino e chi la odia, per me ogni volta è come se fosse la prima. Parigi è stata il mio primo volo aereo, la “gita” del liceo, il viaggio post maturità, il primo capodanno all’estero con un’amica e ora anche una fuga romantica.

Parigi è capace di sorprendere, di meravigliare e di svelare nuovi panorami mozzafiato ad ogni angolo.

Sacre Coeur: il MIO angolo di paradiso. La scalinata che porta ad uno dei punti più alti della città, il bianco della facciata che si adagia su un cielo limpido e azzurro e l’immancabile visuale sulla capitale francese.

Oltre all’arte e alla storia però, da vera gastronoma, ho una serie di posti del cuore legati al food.

Vi segnalo:

  • L’éclair de génie (dolcetti come piccole opere d’arte)
  • Chartier (un ristorante molto particolare che non accetta prenotazioni, preparatevi a lunghe file. Ne vale la pena!)
  • Du pain et des idees (datemi 100 escargot à la pistache!)
  • Jacques Genin (esperienza da vivere almeno una volta nella vita: il cioccolato prende vita e si accompagna ad un’irresistibile millefoglie)

Detto ciò ora vi lascio una ricetta semplice ma davvero gustosa!

Ingredienti per 10 mini burger
400 g di tonno fresco
3 cm di zenzero
1 arancia bio
Olio evo
Sale

Aneto, menta e prezzemolo

Procedimento
Tagliate il tonno a tocchetti utilizzando un coltello ben affilato, sminuzzate gli aromi e lo zenzero. Mischiate il tutto con la scorza di arancia, un filo di olio e un pizzico di sale.
Formate dei burger con i coppapasta e disponeteli su una teglia con carta forno. Cuocete a 180°C per 20 minuti.
Servite in panini caldi, io ho preparato delle piccole focaccine di patate (presto la ricetta).

Sformatino primaverile

Ingredienti:
400 g di piselli lessati
150 g di Parmigiano Reggiano 24 mesi grattugiato

150 g di ricottina fresca
3 tuorli
1 albume
1 cucchiaio di miele di castagno Rigoni di Asiago
Burro
Sale

Decorazione:
200 g di Parmigiano Reggiano
30 ml di latte intero

Miele di castagno Rigoni di Asiago

Procedimento:
Preriscaldate il forno a 200°C ed imburrate 6 stampini rotondi di alluminio. Frullate i piselli con la ricotta, un cucchiaio di miele, i tuorli ed un pizzico di sale. Versate la crema frullata in una terrina, incorporatevi il Parmigiano Reggiano e gli albumi montati a neve. Versate il composto negli stampini e cuocete a bagnomaria in forno per 20 minuti.
Intanto preparate la crema di Parmigiano facendo sciogliere il Parmigiano con il latte.
Togliete dal forno gli sformatini e rovesciateli con delicatezza nel piatto, decorandoli con la crema al Parmigiano e un giro di miele.
http://foodbloggers.rigonidiasiago.it/wp-content/uploads/2016/05/RIGONI_contestFB_RicettePrimavera_300x160px.png

Focaccia al pesto

Oggi vi parlo di una realtà nuova per me: il Molino di Pordenone. Un’azienda con quasi un secolo di attività, una storia lunga che inizia nel lontano 1923 ed è arrivata ora alla terza generazione. I fratelli Zuzzi amministrano ancora oggi il Molino con la stessa passione che da sempre ha permesso all’azienda di essere competitiva.
Anche l’edificio stesso in cui è situata la produzione è un esempio di patrimonio di archeologia industriale del primo dopoguerra, perfettamente conservato.

La produzione si rivolge a esperti e professionisti del settore ma negli ultimi tre anni sono state rese disponibili al pubblico due farine: Naturalmente pronta e Fior di Grano (reperibili qui e in alcuni punti vendita nel territorio friulano.

Quella che ho usato io oggi è “Naturalmente pronta”: un prodotto che contiene lievito madre disidratato, privo di emulsionanti ed additivi sintetici. Si tratta di una farina che va utilizzata in modo tradizionale ed è ideale per la realizzazione di pane, focacce e pizze da teglia.

Ingredienti per una focaccia:
15 g di lievito di birra
1 cucchiaino di miele
2 dl acqua tiepida con un cucchiaino di sale
100 g pesto di basilico
200 g di pomodorini
40 g capperi dissalati
Foglie di basilico
Olio evo

Sale

Per l’emulsione:
4 cucchiai d’olio
40 ml di acqua
Timo

1/2 cucchiaino di sale

Procedimento:
Su una spianatoia formate una fontana con la farina. Al centro mettete il pesto ed il lievito (sciolto in poca acqua tiepida con il miele). Iniziate a impastare con l’acqua fino a quando il composto risulterà liscio ed omogeneo. Fatelo riposare in una ciotola coperto affinché si raddoppi il volume (io lo lascio nel forno spento con la luce accesa).
Stendetelo poi in una teglia unta d’olio e bagnatelo con l’emulsione.
Lasciate lievitare ancora un’ora, poi distribuitevi i pomodorini tagliati a metà ed i capperi.
Infornate per 30 minuti a 200°C. Servite cospargendo di foglie di basilico.

Bignè al gorgonzola

Ingredienti:
125 ml d’acqua
50 g di burro
un pizzico di sale
75 g di farina
2 uova

150 g di Gorgonzola Mauri
100 g di mascarpone

Procedimento:
Preriscaldate il forno a 200°C.
Mettete l’acqua in una casseruola, unite il burro e fatelo sciogliere. Aggiungete la farina setacciata con un pizzico di sale e mescolate fino a quando l’impasto si stacca dai bordi e forma una palla omogenea (2 minuti circa). Trasferitela in una ciotola per farla intiepidire e amalgamatevi le due uova, una alla volta.
La pastella deve risultare soffice e non liquida.
Rivestite una teglia con la carta forno e con una tasca da pasticcere formate delle piccole sfere a distanza regolare l’una dall’altra.
Cuocere per circa 20 minuti, i bignè saranno belli lisci, colorati e gonfi, pronti per essere farciti.

Sbattete il gorgonzola con il mascarpone, farcite i bignè aiutandovi con la sac à poche e condivideteli per un ottimo aperitivo!

Sfogliata con carciofi e taleggio

Essendo io super dipendete da formaggi, anche oggi vi propongo una ricettina che ha come protagonista uno dei più amati latticini lombardi: il Bontàleggio Mauri D.O.P., dolce e delicato. Così fondente e cremoso al palato da sposarsi perfettamente con il gusto amarognolo dei carciofi.

Ingredienti per 6 sfoglie:
1 rotolo di pasta sfoglia quadrata
3 carciofi con gambo
2 acciughe
Menta fresca

Olio evo

Procedimento
Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne più dure e tagliando le punte. Metteteli in una casseruola piena di acqua bollente a testa in giù (in modo che l’acqua li ricopra completamente) e lasciate bollire per 10/15 minuti.
Passato il tempo di cottura fateli raffreddare e separate il gambo dalle estremità, tenendolo da parte (ci servirà per la salsina). Tagliate il carciofo a fettine molto sottili in verticale.
Preparate poi la salsa frullando i gambi e passandoli con lo chinois, aggiungete poi le acciughe, la menta e l’olio evo a volontà, ripassando il tutto nel mixer fino a raggiungere una consistenza vellutata.
Ora ritagliate 12 quadrati di pasta sfoglia e disponetevi 5 fettine di carciofo ognuno, una fetta di taleggio e l’altro strato di pasta, terminando con una spennellata di tuorlo.
Infornate per 20 minuti a 180°C, impiattate poi con la salsa in accompagnamento.